RSS

Archivio mensile:marzo 2017

“Love is… on air” di Valeria Leone

love is on air_davanti

A volte abbiamo bisogno di pagine che ci facciano sognare, fantasticare leggeri tra le vicende strambe di una storia d’amore che nasce. Libri che ci accolgono come limpide giornate di primavera. Ecco cosa accade con la nuova opera letteraria di Valeria Leone, “Love is… on air“, edito dalla Butterfly Edizioni.

Il libro racconta la storia di Clara e Edo, una blogger e insegnante precaria e uno speaker radiofonico, le cui strade sono destinate ad incrociarsi e intrecciarsi, in seguito al tradimento subito da Clara e svelato in diretta nazionale durante una trasmissione alla radio.

Mi sembra doveroso premettere che non amo i romanzi d’amore, ma in questo caso, sin dalle prime pagine, si scorgono tutti i presupposti per una storia allegra e frizzante, spiritosa nel tono. Un’impressione che resta confermata fino alla conclusione del libro. Ci si affeziona in poche battute ai personaggi, ed è facile immedesimarsi nella rabbia scatenata dalla delusione. Si resta incollati alle righe per scoprire come andrà a finire.

Valeria riesce ad essere così efficace nelle descrizioni da rendere credibili e coerenti anche i passaggi più assurdi (simpaticamente assurdi, aggiungerei, come la resa di Clara di accettare la proposta di partecipare alla trasmissione radiofonica con Edo, il giorno dopo il suo tradimento!), e ti lega ai suoi personaggi con affetto.

Bello il ritmo narrativo. “Love is… on air” è un libro che si accorda al calore e al sole della primavera. Un libro che fa venire voglia dell’estate e del mare.

Il tono della scrittura di Valeria è leggero come la leggerezza che ti fa dondolare e allo stesso tempo elettrizzare per le vicende raccontate.
Un libro solare: l’autrice è brava a calibrare la dolcezza delle vicende con la suspance di un’attrazione già scritta eppure tenera, irresistibile.

Ci si affeziona a Clara e Edo sin da subito, e si sentono le scintille, i brividi che scaturiscono dalla loro vicende, dalla loro vicinanza, dal contatto. Si fatica a mettere da parte il libro per la voglia di conoscere il prosieguo, certo, ma anche perché si prova simpatia per loro e si ha voglia di restare in loro compagnia quanto più è possibile.

L’estate che fa da sfondo, poi, riscalda, incalza il ritmo delle reazioni, mette allegria e fa sentire più attivi.

La descrizione di Valeria, il gioco di attrazione e repulsione dei due protagonisti, risvegliano sensazioni adolescenziali, quelle legate ai primi amori e i primi irrefrenabili bollori, ai primi giochi di seduzione, puri ma mai troppo innocenti. L’urgenza di vivere uno sconquasso, e quelle passeggiate per territori pericolosi che consapevolmente non si riescono ad evitare, non si vogliono evitare.

Brava davvero Valeria nelle descrizioni appassionate che fanno entrare in sintonia il lettore con i personaggi e le vicende.

È un libro che si legge sorridendo, come quando si prende una cotta spensierata. Anche se c’è un filo sottile di tensione che ti fa stare allerta sicuro che dietro l’angolo si nasconda un colpo di scena, come avviene ogni volta che tutto procede troppo velocemente, troppo positivamente.

Difficile staccarsi dalla lettura, e lo ammetto, mi dispiace l’idea di averlo concluso. È un libro che vorresti tenere con te per tutta l’estate, anche quando non ancora sbocciata nemmeno la primavera.

Per info sull’autrice: https://www.facebook.com/valeria.leone2?lst=716678250%3A1371940431%3A1490600108

Per acquistare il libro:

Love is… on air (Digital emotions)

 
2 commenti

Pubblicato da su 27 marzo 2017 in Recensioni

 

“Assoli” di Vinicio Salvatore Di Crescenzo

cover

La Mezzelane Casa Editrice ci regala una raccolta poetica che ha le sembianze di una sinfonia. “Assoli” di Vinicio Salvatore Di Crescenzo è un inno alla natura nei suoi singoli elementi, l’esplosione della preziosità di ognuno di essi da cui l’autore trae esempio e insegnamento per la vita.

Proprio come una sinfonia, dicevamo, ogni poesia è il canto di una voce che si alza dal coro per far prevalere uno strumento, e ognuno di essi ha la medesima importanza, la medesima intensità.

L’autore ci insegna il dono prezioso di Madre Terra e di tutto ciò che essa ci trasmette ogni giorno: la bellezza.
Tra i suoi versi, gli elementi della natura sono così potenti da apparire personificati, si ha la sensazione di trovarsi al cospetto di dei impetuosi che custodiscono un segreto, ma che allo stesso tempo non possono impedire all’uomo di agire mancando loro di rispetto.

Leggendo queste liriche sembra di passeggiare per sentieri boscosi, solitari e nascosti. Per campi aperti al sole e pronti ad accogliere la pioggia. La sensazione è quella di una passeggiata tra il verde fresco di paesaggi silenziosi eppure rigeneranti. Sembra di sentire addosso le emozioni e sembra di poter essere guariti dall’ambiente: a lei il poeta si rivolge per affidare la cura dei propri tormenti e risolverli aiutandolo a trovare sollievo.
Non solo gli elementi del creato, il poeta ci invita ad osservare il mondo intero, a scorgere i dettagli, i particolari, perché è osservando che possiamo capire i meccanismi dell’universo e dell’animo umano. E dunque, il secondo blocco di poesie è dedicato ad immagini di vita nelle quali le persone affrontano una quotidianità che si intreccia ai ritmi della natura.

I versi di Di Crescenzo suggeriscono riflessioni. Dall’ambiente che ci circonda si può imparare, ecco il messaggio, e forse è il momento di rallentare il ritmo frenetico che hanno dovuto prendere le nostre vite e accordarlo invece ai ritmi naturali della terra. È evidente che sia l’uomo l’elemento che contamina e può macchiare ogni cosa intorno a sé. E di questo Di Crescenzo non nasconde il disappunto.

La sua è una poesia curata. La scelta delle parole, delle immagini è attenta, ed è una lettura accessibile, il messaggio risulta fruibile ad ogni lettore.

Come dicevamo, il secondo blocco ricomprende poesie che trovano ispirazione non sono nella natura e nei suoi elementi, ma nelle strade delle città, nella memoria che queste suscitano, nel tempo che passa più tangibile tra i vicoli e tra le case. I tormenti dell’animo qui, in questo caso, sembrano più forti, più nervosi e urgenti. L’anima in pena appare quasi rassegnata.

E se queste liriche fossero il canto di un ritorno alla normalità dopo un viaggio di introspezione, e la quotidianità presentasse nuove sfide da affrontare con nuova consapevolezza? Questa è l’impressione che ho avuto: come di una smentita dell’esaltazione del primo insieme; di una poesia che si avvicina ancora di più al lettore.

Nel terzo blocco, poesie dedicate all’amore, canti di gioia e dolori suscitati da questo sentimento che, come preannuncia nell’introduzione l’autore, è come fuoco: divampa con impeto ma può anche esaurirsi in niente.

E allora sono tante le sfaccettature da osservare e cantare tra i versi. La natura diventa filo da ricamare con le emozioni suscitate da questo sentimento, sia condiviso che respinto. Esso non è fattore determinante ma di contorno alle vicende.

Mi sembra di notare la prevalenza di un sentimento di tristezza e malinconia per ciò che non è più. Toccanti, infatti, i versi dedicati alla madre; commovente l’evocazione di questo lutto che ancora è sempre fa male, come solo può la perdita di una madre. Il ricordo si mescola agli odori e ai silenzi del lungo che ospita le amate spoglie.

Condivido quello che afferma Michela Zanarella nella prefazione: “Assoli” è il canto di una ricerca interiore che avviene e viene suggerita osservando la natura. Da ogni elemento emana un’energia che scuote autore e lettore, un’energia autentica, sincera, pura che passa e sconquassa l’animo. Lo innalza dalle sue ombre, senza suggerire alcuna fuga, ma spronando ad attraversarle, perché dopo la tempesta torna il sereno.

Per informazioni sull’autore http://lemezzelane.altervista.org/vinicio-salvatore-di-crescenzo.html

Per acquistare il libro http: Assoli
oppure //www.lemezzelane.altervista.org/negozio/index.php?id_product=13&controller=product

 
1 Commento

Pubblicato da su 7 marzo 2017 in Recensioni

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: